Racconti di viaggio reali: la mia Argentina sconosciuta al turismo

Tempo di lettura 2 min.

Ultima modifica in data 23/02/2021

I racconti di viaggio ti scaldano il cuore perchè credi che aprano porte sulla vita del luogo che raccontano? Ti incuriosiscono le esperienze vissute dagli altri e ti piace viaggiare con la mente seguendo le loro vicende?
Allora lasciati dire che questo articolo fa per te. Ho scritto un libro sul mio viaggio in Argentina e oggi ti lascio gli strumenti per conoscerlo meglio.

se ami i racconti di viaggio, questo libro è perfetto per te

Quando ho aperto questo blog, ero alle prese con la creazione di un libro sul viaggio che avevo fatto a Pasqua di quell’anno.

Era il 2018 ed il viaggio di cui parlo è quello che mi ha portato a conoscere un’Argentina inedita rispetto ai classici percorsi turistici.

Il filone dei racconti di viaggio è abbastanza florido e molta gente ne trae ispirazione.

Devo essere sincero: al momento del viaggio, non avevo nessun progetto a riguardo.

Sono solito prendere appunti per lasciare le recensioni su Tripadvisor e durante quei 20 giorni ho fatto lo stesso.

Non avendo quasi mai accesso ad internet, era anche un modo per non scordarmi i dettagli.

Quindi è nato tutto per caso…

RACCONTI DI VIAGGIO CHE NASCONO DA SEMPLICI APPUNTI

Una volta tornato a casa, spinto anche dall’entusiasmo generale per alcune novità come la creazione del blog, ho deciso di raccogliere questi appunti e dar loro una forma.

Mi sono informato su come creare un libro da autodidatta e mi sono messo all’opera!

Ci sono voluti alcuni mesi e mi sono divertito parecchio.

È stata una bella sfida, con modifiche continue sia nell’impaginazione che nella scrittura.

Ma l’idea del libro attuale ancora era lontana.

Originariamente, doveva essere un racconto da condividere in PDF solo con la cerchia più ristretta di amici e colleghi.

Ma il risultato finale mi piaceva tanto ed il lavoro aveva richiesto moltissimo tempo e quindi… perchè no?

Nuovo lavoro di messa a punto ed ecco il risultato finale.

Uno dei primi racconti di viaggio in italiano sull’Argentina e il primo in assoluto su quella zona al confine con il Cile.

SUBITO IN VETTA TRA I LIBRI DA LEGGERE

Dovendo auto-pubblicarmi, ho deciso di affidarmi alla piattaforma che dà la maggiore visibilità e che ha il maggior numero di utenti.

Sì, sto parlando di Amazon.

Per questa mia prima opera letteraria, ho scelto un titolo che ritengo evocativo ed interessante: TRA CONDOR E GUANACO.

Per il primo anno di pubblicazione, da settembre 2018 a luglio 2019, era disponibile soltanto in versione e-book.

Dati gli ottimi riscontri e la soddisfazione di essere inserito da Amazon nella top 10 dei libri da leggere nella sezione dedicata alla letteratura di viaggio, ho deciso di farne un libro cartaceo.

Molta gente, me compreso, preferisce leggere su carta. Era giusto concedere la possibilità anche ai tradizionalisti.

Ne è passato di tempo da allora. E nel frattempo è pure uscita la seconda edizione, con nuove parti e maggiori approfondimenti.

CONCLUSIONE

Mettere per iscritto un viaggio è più difficile del previsto. La creazione di questo libro è nata proprio dalla voglia di voler condividere un’esperienza fuori dal comune.

Qualcosa di molto esclusivo e che sono grato di aver vissuto.

Tra qualche anno, le zone dell’Argentina che racconto nell’opera saranno conosciute ed attrezzate. Ma ancora non è così ed è il motivo principale per leggere il mio racconto.

L’itinerario che troverai rientra pienamente nel concetto di “viaggio” e quasi per nulla in quello di vacanza. Servono adattabilità ed una forte capacità organizzativa dato che bisogna fare tutto autonomamente.

Ho usato lo stesso stile di scrittura informale che utilizzo nel blog e questo rende la lettura piacevole e leggera.

Se ami i luoghi lontani dal turismo di massa, non ti conviene aspettare molto: sono sicuro che in futuro i tour operator proporranno viaggi anche in quelle zone.

Fino a quel momento, dovrai servirti di “Tra condor e guanaco” come guida pratica. Non trovi nulla di simile al momento.

Eh già, perchè non ti ho detto un’altra cosa.

Oltre che tra i racconti di viaggio, può benissimo rientrare tra le guide turistiche. Indico nomi, curiosità ed aspetti pratici che servono per organizzarsi in maniera dettagliata.

Se deciderai di acquistarlo, ti chiedo di lasciare una recensione per farmi sapere che ne pensi. E, se ti va di farmi un po’ di passaparola, potresti anche condividere questo post. A te non costa nulla ma a me aprirebbe le porte per futuri lettori e te ne sarei per sempre grato…

Ti ringrazio,

alla prossima!

Noel

Nota: articolo rivisto ed aggiornato a gennaio 2021.

Seguimi qui
 

Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.