E-ticket Repùblica Dominicana: guida pratica alla compilazione

Ultima modifica in data 09/02/2024

Il 29 novembre 2020 il governo dominicano ha introdotto la nuova modalità per registrare il proprio viaggio nel territorio nazionale.

Dopo alcuni mesi di convivenza con il metodo tradizionale, dal 1° aprile 2021 è rimasto l’unico in vigore.

Si tratta dell’e-ticket Repùblica Dominicana, un modulo elettronico da compilare online prima di arrivare a destinazione.

Riunisce i vecchi moduli cartacei che venivano distribuiti in aereo: la carta di imbarco/sbarco internazionale, la dichiarazione doganale e dal 2020 anche la dichiarazione di salute del viaggiatore.

Tutte le informazioni riunite in un unico posto.

Continua a leggere per un tutorial rapido.

COME COMPILARE L’E-TICKET REPÙBLICA DOMINICANA

Fino ad aprile 2023, il questionario era compilabile dalle 72 ore precedenti al viaggio fino al momento precedente all’arrivo all’ufficio dell’immigrazione in aeroporto.

Non è più così, ora infatti si può compilare anche con mesi di anticipo, l’importante è avere i dati del volo aereo (oltre a tutti gli altri che vedrai tra poco). Ti consiglio di compilarlo non oltre 2 settimane in anticipo, in modo da evitare di doverlo modificare se cambia qualche servizio del viaggio.

Va compilato sia in entrata che in uscita, con alcune differenze che ti spiegherò dopo.

L’e-ticket è pensato solo per gli arrivi in aereo. Chi entra nel Paese via terra o via mare, almeno per il momento continuerà con i vecchi moduli cartacei.

Qui vedi la schermata iniziale. Puoi impostare la lingua in alto a destra, iniziare la compilazione dell’e-ticket Repùblica Dominicana o consultare quello già fatto per eventuali modifiche. Infatti, se devi cambiare qualche dato, fino a 24 ore prima dalla partenza indicata puoi modificare l’e-ticket già fatto, non devi crearne uno nuovo.

Cliccando su “Consultare e-ticket emesso”, dovrai solo indicare passaporto e codice dell’e-ticket per accedere a quello emesso.

e-ticket Repùblica Dominicana, schermata d'inizio

Il passaggio successivo chiede quante persone devono essere incluse nel modulo (massimo 7).

Attenzione:

il formulario è nominale e legato all’utente!

Nei primi tempi, le “persone accompagnatrici” prevedevano solo familiari. Ora invece si può creare un modulo unico anche tra amici o colleghi di lavoro.

Il questionario è formato da tre parti, da compilare con i dati di ogni viaggiatore.

SEZIONE 1 – INFORMAZIONI GENERALI

Come prima cosa trovi un riquadro con il Codice di Applicazione, che bisogna conservare perché è il riferimento per consultare l’e-ticket emesso.

Subito sotto iniziano le domande di base (Paese, città e via di residenza).

Bisogna anche specificare se il viaggio è in entrata o in uscita e se sono previsti scali. Questi dati determinano il tipo di formulario nei passaggi successivi dato che, come ti anticipavo, ci sono alcune differenze.

SEZIONE 2 – DATI DI IMMIGRAZIONE

In questa parte, devi compilare i campi relativi al passaporto. È fondamentale che i dati combacino perfettamente, quindi attenzione ad eventuali secondi nomi/cognomi e al numero.

Dovrai indicare pure nazionalità, stato civile, sesso e lasciare mail e telefono come recapiti. In caso di gruppo, puoi anche usare sempre la mail e il numero del referente.

Il modulo chiede poi dove si soggiorna, se in un hotel/resort o in un tipo di sistemazione extra-alberghiera (appartamenti, campeggi, etc.).

Se stai facendo un tour della Repubblica Dominicana e quindi il viaggio prevede varie tappe, inserisci il primo alloggio con le relative informazioni sulla zona in cui si trova.

Seguono le indicazioni sul volo: data, numero, compagnia, aeroporto di partenza e di arrivo.

In caso tu abbia selezionato volo con scalo, dovrai inserire tutti gli aeroporti: quello di partenza (porto di origine), quello dello scalo (porto di imbarco) e quello dominicano di arrivo (porto di sbarco).

Provo a spiegare meglio:

se ho un volo da Milano verso Santo Domingo e faccio scalo a Madrid con cambio aeromobile, l’aeroporto di partenza sarà Milano, quello di scalo Madrid e quello di arrivo Santo Domingo.

Molto intuitivo.

Se invece il volo è diretto (ad oggi, dall’Italia soltanto i charter lo sono), naturalmente ci sono solo due aeroporti da inserire, quello di partenza e quello di arrivo in Repubblica Dominicana.

Infine, indichi il motivo del viaggio, la durata e se farai sport pericolosi.

Completata la sezione relativa ai dati migratori, si arriva alle informazioni doganali. Il campo riguardante i dati sanitari è stato tolto. Le informazioni doganali sono richieste soltanto in entrata.

Questo è ciò che differenzia l’e-ticket Repùblica Dominicana per entrare nel Paese da quello per uscire.

SEZIONE 3 – LA PARTE DELL’E-TICKET REPÙBLICA DOMINICANA RICHIESTA SOLO IN ENTRATA

Di solito, questa è la sezione più rapida perchè serve a dichiarare:

  • denaro contante superiore ai 10 mila dollari (o equivalente in altre valute)
  • qualche prodotto soggetto ad imposte
  • animali, piante o alimenti (sono esclusi i prodotti confezionati tipo brioche, patatine, chewing-gum che spesso si portano per sgranocchiare qualcosa durante il viaggio).

Raramente si introducono nel Paese queste voci, ecco perchè di solito questa sezione si salta e si risparmia tempo.

Per qualunque dubbio, ti basta controllare su questa pagina.

Alla fine di tutto, si accettano i termini e si completa la procedura. Prima della schermata del riepilogo, il sistema chiede se si vuole compilare l’e-ticket di uscita. Scegli tu se farlo subito o aspettare: la comodità nel farlo immediatamente è che puoi selezionare le persone da inserire e i dati personali verranno pre-inseriti. Dovrai solo indicare i dati sul volo.

Un bel risparmio di tempo, calcolando che puoi sempre modificarlo se dovesse servire.

Infine, esce la schermata di riepilogo con il codice QR da scaricare, stampare o inviare via mail. Per sicurezza, io oltre a scaricare il PDF me lo faccio inviare sulla mail.

In realtà, non ho dovuto mostrarlo nè in entrata nè in uscita, sicuramente lo vedono nel sistema ed è sufficiente.

CONCLUSIONE

Prima di lasciarti un breve video riepilogativo, specifico alcune cose:

  • la sezione Dogana non si compila per i bambini
  • se si fa un e-ticket unico per più persone, il codice QR generato sarà valido per tutti. In questo modo, si può andare tutti assieme sia a registrare il bagaglio da stiva che allo sportello immigrazione
  • l’e-ticket non è da compilare in caso di transito nel Paese per uno scalo ma solo se si passa per l’Ufficio immigrazione
  • il codice QR non viene richiesto quando si lascia la Repubblica Dominicana; l’e-ticket deve comunque essere compilato anche in uscita.

E adesso, prenditi 2 minuti per un ripasso dei passaggi richiesti. Il video riporta ancora alcuni passaggi vecchi perchè non lo hanno ancora aggiornato.

Ti ringrazio,

alla prossima!

Noel

Nota: articolo rivisto e aggiornato a febbraio 2024.

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.